blog scuola Uncategorized

La leggenda del tulipano

By on April 3, 2017

 

Grigia mattina di primavera… nonostante sia aprile, nonostante qualche rondine sia già passata a controllare, le giornate continuano ad essere così, grigie e  fredde!

E allora, visto che le cose stanno così, senza nessun incoraggiamento e aiuto, la primavera ce la inventiamo un po’,

con qualche ritaglio di cartone colorato e tanta fantasia…

E soprattutto tanti tulipani

Lo sapevate che il simbolo dell’amore non è la rosa ma il tulipano? E sì, pare proprio che il tulipano sia il simbolo dell’amore perfetto, onesto e disinteressato…chissà…

Il nome “tulipano” sembra derivare  dal turco “tullband”  che significa  turbante, forse dovuto alla forma stessa del fiore.

E dalla Persia arriva una leggenda bellissima legata all’origine del fiore.

Pare che un principe, il giovane Farhad fosse follemente innamorato della sua cameriera Shirin.  Ma un giorno arriva la notizia, purtroppo  falsa, che Shirin è morta, così Farhad, sopraffatto dal dolore, parte col suo cavallo  in cerca della morte. Durante la corsa verso la morte, Farhed  si ferìsce contro le rocce che trova sul sentiero e le gocce di sangue che perde cadono  per terra. Così,  da ogni goccia caduta  è nato un tulipano rosso,  simbolo del suo amore per Shirin.

Il tulipano rosso diventò così il simbolo dell’amore appassionato e sincero.

E noi abbiamo riempito i nostri davanzali di tulipani colorati…

Un abbraccio e dolce settimana a tutti!

Patrizia

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

* OBBLIGATORIO

Patrizia Donaglia
Viareggio

Mi chiamo Patrizia, Sono un’insegnante di scuola primaria, appassionata della vita, con mille idee per la testa che vorrei condividere con voi in questo spazio!

Archivio
Categorie
LikeBox
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar
Google+
Traduci

Per continuare la navigazione devi accettare i cookies maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi