scuola

4 maggio: merenda sul prato

Oggi festeggio,
come ormai faccio da quattro anni,
la meravigliosa sensazione di essere viva.
Come sapete il 4 maggio 2010
mi è stato diagnosticato un tumore al seno,
un bel nodulo del tipo tubolare infiltrante,
ma sono ancora qua,
forse un po’ acciaccata, più dentro che fuori.
Ma a dispetto di tutto,
 sono ancora qua.
Il 4 maggio 2010 era una giornata terribile,
diluviava ed era tutto grigio.
Subito dopo aver fatto la mammografia
il radiologo la osserva e mi comunica senza mezzi termini
la presenza del nodulo.
Sono uscita dall’ospedale non so ancora come,
sono arrivata a casa e ho telefonato a  mio marito.
Era l’ora di pranzo 
e lui si è precipitato a casa.
Ricordo come fosse ora 
il suo sguardo pieno di amore e sofferenza
 e  il suo abbraccio senza parole…

Poi i giorni sono volati via,
con i preparativi  per l’intervento 
e l’incertezza  per quello che sarebbe successo
con  mio marito sempre presente a sostenermi
col suo amore
e le mie figlie strette intorno a me.
Ma oggi sono ancora qui a raccontarvelo.

Purtroppo nulla è più come prima,
insieme al tumore mi è stata portata via
una gran parte di me e della mia vita,
e la sofferenza non è finita,
ma io sono ancora qui,
nonostante tutto.
E soprattutto oggi
è una splendida giornata di sole,
e così sarà sempre per me e per la mia famiglia.

Vi offro allora una bella fetta virtuale 
di crostata
e un abbraccio stretto stretto a tutti.
Patrizia

2 Comments

  • Seurasaari

    Se posso farlo entro in punta di piedi nella tua vita dopo essere arrivata per caso al tuo blog e mi unisco ai festeggiamenti. Mi è piaciuto subito il titolo del tuo blog e ancora di più ho colto la delicatezza e l'amore di cui ci hai raccontato. Tornerò presto a trovarti ma intanto ti abbraccio. A presto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *